mercoledì 19 settembre 2012

Esclusivo/Dossier sicurezza stradale
"SU PALLOSU NON DEVE AVERE I RALLENTATORI"
smascherato il Sindaco di San Vero Milis che prima blocca la Provincia
mentre li stava installando,poi delibera di metterli in tutta la Marina
(tranne proprio alla colonia)
e ora tenta di commuovere tutti con l'argomento "sicurezza"
per deportare i gatti marini in altra borgata (senza specificare dove)
e nell'ultima intervista a LA NUOVA cadono i presunti motivi igienici

La strada di Su Pallosu, utilizzata come pista di Formula 1 da alcuni veri e proprio pirati della strada ,che  ogni giorno effettuano liberamente le loro scorribande a forte velocità, anche oltre 100 Km/h in piena borgata,  mettendo in pericolo persone e animali.Il sindaco di San Vero con una sua incredibile lettera del 18 gennaio scorso ha chiesto e ottenuto dalla Provincia  il blocco dell'installazione di segnaletica e dossi rallentatori (già decisi dal Consiglio Provinciale)  lasciando di fatto così com'è una situazione di pericolo per tutti, in particolare bambini e gatti. 


Con la sicurezza non si scherza. Non è un privilegio di un partito o di un altro e tanto meno può essere negata da un amministratore ai suoi cittadini che legittimamente la invocano.La vita è sacra e le amministrazioni hanno il dovere di fare tutto il necessario per tutelarla. In questo nostro Dossier trovate tutte le date, gli atti e le lettere che riguardano il problema della sicurezza stradale nella borgata marina di Su Pallosu, quotidianamente a rischio sia per la presenza degli oltre 50 gatti marini della colonia, ma pure per le persone che qui risiedono, per i turisti che qui si fermano e per gli stessi automobilisti. Persone sconsiderate percorrono infatti quotidianamente il tratto di strada che attraversa la Colonia a velocità abbondantemente sopra i 50 Km/h tollerati dal codice, troppo spesso addirittura a velocità folli oltre i 100 Km/h.. Abitanti, residenti, dimoranti hanno segnalato dal 2010 la necessità di un apposito urgente intervento a tutela dell'incolumità di persone e animali. Un tema che negli ultimi due anni l'amministrazione comunale ha dapprima sistematicamente ignorato, non rispondendo mai alle nostre richieste scritte di messa in sicurezza, poi ha  esplicitamente negato  (con lettere inviate alla provincia, rimaste nascoste sino a qualche giorno fa dove ha chiesto di non procedere all'installazione dei dissuasori) e ora grottescamente  e strumentalmente sbandiera come motivazione principe per l'indecente proposta di deportazione dei gatti.La   commozione però  incanta davvero poco, quando si vanno a documentare atti e comportamenti.  Quest’anno la Provincia finalmente si stava muovendo concretamente verso l'installazione di quella agognata segnaletica richiesta per cercare di rendere sicura la strada di cui si parla.Ma proprio dal Comune di San Vero Milis è arrivato uno stop (lettera del sindaco del 18 gennaio 2012 alla Provincia) che ha lasciato tutti a bocca aperta.Un'opposizione inspiegabile  che mette a repentaglio la  vita di chi abita e passa a Su Pallosu.Ma non è il solo atto irresponsabile. C'è anche una seconda  decisione dell'amministrazione comunale che lascia sconcertati.  Dal municipio  infatti hanno dato il via libera ai rallentatori in tutta, ma proprio tutta, la Marina abitata: Putzu Idu, Sa Rocca Tunda e Mandriola (delibera del 2 agosto n.71), ma non proprio dove li chiediamo da anni: a Su Pallosu. Su Pallosu dunque che da anni si batte e chiede i dissuasori non li avrà. Né quelli della Provincia, perché il comune vi si oppone, né quelli dello stesso comune che andranno ovunque tranne che per la Colonia Felina.In questo nostro Dossier esclusivo ci occupiamo esclusivamente di questo tema poiché è stato utilizzato strumentalmente tra le (inesistenti) ragioni per l'abnorme proposta di trasferimento della Colonia Felina, per la quale rimandiamo ai post precedenti di questo Blog   I Gatti di Su Pallosu. Abbiamo evidenziato qui anche le segnalazioni di altri cittadini di San Vero sia in petizioni sia estrapolate da Facebook (qui sotto un commento di Irene Marcellino).Ma ripercorriamo cronologicamente, una per una, tutte le tappe dell'incredibile caso.
 Commento di Irene Marcellino dove si evidenzia che anche le stesse persone, i pedoni, sono in pericolo a Su Pallosu.Suo nipotino si legge nel post:  " ..quel giorno scendendo dall'auto ha riskiato..Pensateci".
 
2010
Dicembre


20 dicembre
La prima lettera contente una richiesta di una adeguata segnaletica stradale in prossimità della Colonia Felina di Su Pallosu viene inviata al sindaco di San Vero Milis e alla Provincia di Oristano, firmata da Andrea Atzori e Irina Albu. (A questa lettera-come a tutte le altre qui indicate- non è mai stata data  alcuna risposta dalle autorità).Puoi leggere la nostra lettera integrale del 2010 cliccando qui

2011
Marzo:
il Consigliere Provinciale Mario Tendas presenta il 15 marzo un ordine del giorno per :”
RICHIESTA DI INSTALLAZIONE SEGNALETICA E CARTELLONISTICA CON INDICAZIONE DELLA PRESENZA DI UNA COLONIA FELINA PRESSO LA BORGATA MARINA DI “SU PALLOSU”.
Nadina, gatta falciata da un pirata a Su Pallosu il 14 aprile 2011.

14 Aprile :
investita la Gatta Nadina; nell’estate del 2010 era morto Cicciobello Sr. In entrambe i casi il pirata della strada non si è fermato a soccorrere l’animale come prevede la normativa esistente.

29 Aprile:
Nuovo Appello al Consiglio Provinciale dal Blog gatti di Su Pallosu  per la messa in sicurezza della strada di Su Pallosu al link

Giugno

Il Consiglio Provinciale di Oristano approva all’unanimità la delibera 23 giugno 2011 n.26   per segnaletica e dissuasori a Su Pallosu


2012

Gennaio

-Il 4 gennaio muore investito dall’ennesimo pirata della strada  la gatta Pippo, sterilizzata attraverso fondi di volontari e autofinanziamento (come tutta la gestione della Colonia Su Pallosu).
La dott.ssa Flavia Adelia Murru, sindaco di San Vero Milis.
Gennaio

-ll 18 gennaio 2012  la dott.ssa Flavia Adelia Murru, sindaco di San Vero Milis, invia una lettera alla Provincia di Oristano.Il  testo reso viene noto pubblicamente solo durante il Consiglio Provinciale del 3 settembre 2012 dall'Assessore Gianni Pia, in risposta ad un’interrogazione del Consigliere Tendas sulla mancata applicazione della delibera del Consiglio in merito.Nella lettera il primo cittadino chiede di sospendere all'ente provinciale la già avviata installazione di segnaletica e dissuasori.Leggiamo testualmente:
 “In riferimento all’oggetto, considerato il notevole interessamento dei mezzi di comunicazione per la cosiddetta colonia felina di Su Pallosu, nella quale sono presenti circa trenta gatti, presumibilmente di proprietà del signor…
Al fine di poter meglio chiarire e approfondire lo stato di utilizzo di quel tratto di litorale, sito nel Comune di San Vero Milis, chiedo alla Signoria Vostra un intervento sospensivo di ogni eventuale iniziativa connessa al posizionamento di indicazioni, cartelli stradali e quant’altro, in quanto potrebbero insistere nella zona indicati probabilmente igienico sanitari, nonché eventuali usi del territorio in contrasto con la norma vigente.
Per opportuna conoscenza, la informo che è in corso di definizione il progetto del PUL, Piano Urbanistico dei Litorali, nel quale saranno, nel rispetto del territorio, evidenziate tutte le criticità da superare per il conseguimento di una corretta fruizione del territorio in argomento”.

Febbraio
-l’Associazione Culturale Amici di Su Pallosu invia in data 27/2 una lettera a tutte le autorità che contiene nuovamemente esplicita richiesta per la messa in sicurezza della strada di Su Pallosu.
Ecco un estratto della missiva:
-nella strada che porta all’ingresso della Colonia, via Ziu Triagus di Su Pallosu, dall’altezza dell’Hotel sino a Punta Tonnara gli automobilisti non solo spesso non rispettano il limite esistente dei 50 Km orari, ma sfrecciano anche a velocità stimabili in oltre i 100 Km orari;
-numerosi incidenti stradali si sono già verificati nella via citata ed esiste una permanente grave ed oggettiva situazione di pericolo per gli abitanti di Su Pallosu, per i gatti, rimasti investi da macchine e morti sul colpo in più occasioni (documentate anche con foto) e pure per  gli stessi automobilisti ;
- fino alla data odierna nessun ente pubblico  ha sostenuto con un solo euro la Colonia Felina di Su Pallosu e nessuna segnaletica stradale è stata ancora installata….
-il 31 marzo 8 residenti e dimoranti a Su Pallosu inviano alle autorità una lettera segnalazione pericolosità del tratto di strada di Su Pallosu; la missiva si conclude così

“ ....Per questi motivi si invitano con urgenza tutte le autorità, per quanto di competenza, a mettere in atto tutte le misure necessarie per evitare il ripetersi di nuovi incidenti a macchina, pedoni e animali, con rifacimento del manto stradale, installazione di cartellonistica con adeguati limiti di velocità, maggior presenza di controlli e installazione di dissuasori di velocità e autovelox, installazione di segnaletica di pericolo, indicante la presenza di oltre cinquanta gatti della colonia felina."
Rimanendo a disposizione, si porgono distinti saluti.
Associazione Amici di Su Pallosu”.
Otto firmatari, tra questi anche l'ex sindaco di Ghilarza Tomaso Sanna.
Visita istituzionale della Commissione Turismo della Provincia di Oristano.(16 maggio 2012)Nella foto con Andrea Atzori, Presidente dell'Associazione Culturale Amici di Su Pallosu i tre consiglieri provinciali, componenti della Commissione.Da sinistra Francesco Federico (Pd), Efisio Carta (PDL, presidente della Commissione) e Marcello Serra (Mpa).
Maggio

-il 16 maggio la Commissione Turismo del Consiglio Provinciale di Oristano si reca in visita istituzionale e di cortesia alla Colonia Felina di Su Pallosu.L'oasi felina conosciuta il tutto il mondo ha ospitato complessivamente nel 2011 oltre 2000 turisti provenienti da tutto Europa.Al Presidente viene consegnata copia della lettera del 27 febbraio che reiterava tutte le precedenti richieste per la messa in sicurezza della strada di Su Pallosu, inclusa esplicitamente quella riguardante la segnaletica e i rallentatori.
L'articolo del quotidiano L'Unione Sarda del 29 maggio 2012 dedicato alla sicurezza stradale a Su Pallosu, firmato da Valeria Pinna.

-il 28 maggio 2012 sempre viene investito dal solito pirata della strada, che ha pure omesso il soccorso, il gatto Elvis-Romeo, il giorno dopo il quotidiano L’Unione Sarda pubblica sul fatto un apposito commento firmato dalla giornalista Valeria Pinna.
Il gatto Elvis-Romeo falciato a Su Pallosu davanti alla Colonia Felina il 28 maggio 2012.Anche il questo caso l'automobilista- pirata sfrecciava oltre i 100 Km/h e ha omesso il soccorso all'animale.
Agosto

Con Delibera n.71 del 2 agosto la giunta comunale di San Vero Milis, alla presenza del Sindaco, approva i dissuasori (rallentatori di velocità) a Putzu-Idu, Mandriola e Sa Rocca Tunda, ma incredibilmente proprio non a Su Pallosu, unico sito dove erano stati pubblicamente richiesti. La delibera può essere letta al link del'Albo Pretorio del Comune



 Settembre 

L' Assessore Provinciale ai Lavori Pubblici  Gianni Pia rende note pubblicamente per la prima volta, durante la seduta del consiglio provinciale del 3 settembre,  due  missive del sindaco di San Vero Milis in risposta ad un’interrogazione del consigliere Mario Tendas tra queste quella citata del 18 gennaio 2012. L'Assessore Pia ha affermato in questa occasione, giustificando la mancata attuazione della delibera unanime del Consiglio Provinciale già citata, n.26 del 23 giugno 2011 : "Quindi, non è certamente un interesse dell’Assessore ritardare, si è trattato semplicemente di una cortesia istituzionale, nel frattempo che questa cosa arriva a definizione."


11 settembre: 
 Irene Marcellino scrive su Facebook (vedi foto  qua sotto), a proposito dell’ultimo gatto investito quale giorno fa (Collins) ancora da un pirata della strada.L'ennesima vittima..
"Era un animale, bellissimo come lo sono tutti, ma poteva anke trattarsi di un bambino così come quel giorno scendendo dall'auto ha riskiato anke mio nipotino.. Pensateci. "



14 settembre
Lo Studio legale Frigo-Sormani, accompagnato da 160 firme ha inviato al comune di San Vero Milis e altre autorità un'istanza legale a proposito dell'idea di trasferimento della Colonia avanzata dal sindaco.Dalla missiva leggiamo :
"...ai microfoni di Radio Cuore Informazione la Dr.ssa Murru ha espresso un'altra motivazione a fondamento del progetto di dislocazione della colonia felina: la carenza di sicurezza per gli animali a causa della vicinanza della strada provinciale.

Ora una tale preoccupazione sarebbe commuovente se non si rivelasse paradossale e grottesca considerato che proprio il Sindaco di San Vero Milis ha richiesto ed ottenuto dalla Provincia il non posizionamento di dissuasori di velocità e di segnaletica indicante la colonia e l'attraversamento gatti."



La Nuova Sardegna 19 settembre 2012: intervista al sindaco di San Vero Milis la dott.ssa Flavia Adelia Murru contenente le sue ultime grottesche e paradossali dichiarazioni.Per ingrandire la foto cliccate sopra l'articolo.






Servizio da Radio Cuore Informazione del 19 settembre 2012.

1 commento:

  1. la soi disant sindachessa ha una faccia di palta tale da essere impresentabile in pubblico: le consiglio un burka: ha chiesto di NON installare i rallentastori con scuse pretestuose. ha impedito il riconoscimento di una colonia che insiste sul territorio da più di 100 anni e che è anche un'attrattiva turistica internazionale (con ovvia ricaduta economica sul territorio) mente spudoratamente quando dice di interessarsi alla sicurezza dei gatti (se lo era veramente faceva mettere i dossi e la segnaletica e col riconoscimento della colonia consentiva alla asl di intervenire con le sterilizzazioni che invece sono state fatte a spese proprie dai volontari) allora la domanda che sorge spontanea è :cui prodest? inoltre si aspetta che dopo i gatti ci scappi anche il morto umano?

    RispondiElimina