martedì 11 settembre 2012

Sintetica cronistoria della Colonia
CENTO ANNI DI STORIA DEI GATTI DI SU PALLOSU
prima il sindaco promette pubblicamente il suo sostegno alla Colonia,
ma senza dirci nulla da due anni lavorava per realizzare
un ridicolo e insensato trasferimento
e a gennaio ha bloccato i dossi rallentatori (votati all'unanimità dalla Provincia)
che avrebbero salvato molti gatti dagli investimenti dei pirati della strada


1920 : Nasce la Tonnara di Su Pallosu e i pescatori portano i primi gatti.
1947: Vincenzo Meli, oristanese, decano dei pescatori arriva a Su Pallosu e insieme a Tziu Mauru e Tziu Pisanu, già presenti in loco con le loro betole, accudiscono i gatti di Su Pallosu.
1960: Geppetto Iriu e Gianni Atzori, corallari e pescatori oristanesi continuano ad accudire i gatti di Su Pallosu presenti in più colonie anche nel villaggio de Is Barraccas.
1974: Giovannino La Murena, pescatore algherese è anche lui tra coloro seguono i gatti anche con le cure.
1980: Tomasa Garau compagna di Geppetto accuidisce quotidianamente la Colonia Felina di Su Pallosu per oltre un decennio sino agli anni ’90.Successivamente tra i gattari di Su Pallosu vanno menzionati anche Salvatore Solinas e Magda (la Bresciana).
2007:
da settembre  tutti i felini della Colonia  son seguiti uno per uno  curati e alimentati quotidianamente  da Andrea Atzori e Irina Albu, in collaborazione con la Clinica Veterinaria Duemari di Oristano.
Quotidiano la Nuova Sardegna dell'11 settembre 2012.
2010:
-il 31 maggio è eletta sindaco la dott.ssa Flavia Adelia Murru;
-in data 10 giugno 2010 è stata da noi segnalata la colonia felina in oggetto alle autorità competenti, Comune e Asl per la prima richiesta di riconoscimento; il sindaco dopo averla ricevuta, qualche settimana dopo chiama telefonicamente Andrea Atzori e manifesta la propria disponibilità ad un incontro apposito;
- in data 4 settembre 2010 , Andrea Atzori e Irina Albu, unitamente al direttore sanitario della Clinica Veterinaria Duemari di Oristano, dott.Paolo Briguglio, hanno pubblicamente incontrato il sindaco e la giunta e alcuni consiglieri di maggioranza presso il municipio di San Vero Milis, in merito agli interventi previsti dalla normativa vigenti di competenza comunale, d’intesa con l’Asl;
nello stesso incontro il Sindaco ha manifestato la sua disponibilità a sostenere la colonia felina e ha assicurato lo stanziamento di un contributo economico per la sterilizzazione dei felini della Colonia, d’intesa con l’Asl, così come richiesto dalla Legge 281 del 14 Agosto 1991,  in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo, recepita da successive leggi e regolamenti regionali;
- il 30 settembre 2010 lo stesso sindaco al termine della seduta del consiglio comunale ha fatto sapere agli scriventi che a causa di problemi di bilancio avrebbe contribuito non più attraverso il bilancio comunale, ma direttamente attraverso propri emolumenti alle spese sanitarie della colonia in oggetto, anche questo impegno non è stato mai rispettato;
-in data 15 ottobre 2010 è stato formalmente da noi comunicato al Sindaco e all’Asl l’avvio della necessaria e improcrastinabile e sterilizzazione, in ottemperanza a quanto richiesto dalla legge;
-ad oggi sono state effettuate oltre 30 sterilizzazioni da parte della Clinica Veterinaria Duemari di Oristano;
-il 21 dicembre 2010 abbiamo richiesto a Comune e Provincia d’installare apposita segnaletica stradale indicatoria della Colonia Felina (senza risposta);
-l’Assessore Regionale alla Sanità Antonio Angelo Liori   (Prot. del 01/03/2011 n. 0000459) ha comunicato in risposta ad un’interrogazione in Consiglio Regionale che” il Servizio Veterinario della Asl di Oristano ha preso atto della presenza della colonia felina di “Su Pallosu nel mese di giugno 2010”;
2011:
-in data 27 gennaio 2011 il sindaco ha inoltrato richiesta, riservata e con carattere di urgenza, di accertamenti ai Vigili Urbani in merito a "eventuali questioni igienico-sanitario e di regolarità della gestione in località Su Pallusu (nota come colonia felina)" e da svolgersi entro il 2 agosto 2011. I Vigili non esaudirono tale richiesta poiché priva di motivazione e pertanto vennero sanzionati con procedimento disciplinare;
-in data 28 ottobre l’Associazione Amici di Su Pallosu ricorda al comune di aver garantito con proprio fondi le sterilizzazioni delle gatte della Colonia e segnala la recrudescenza del fenomeno di abbandoni invitando le autorità a porre in atto tutte le misure utili per prevenire e reprimere lo stesso; alla lettera non viene data alcuna risposta;
 -in data 23 giugno 2011  il Consiglio Provinciale di Oristano ha approvato all’unanimità una delibera (n.26) dove, fra le altre cose, impegnava la Giunta  prima dell’inizio della prossima stagione estiva (2011) a:
1) “posizionare in prossimità della colonia, idonea segnaletica orizzontale e verticale, riportanti i limiti di velocità e apposito cartello di pericolo con gatto raffigurato indicante la presenza dei felini (come nella colonia di Torino di via Zino Zini);
2) “fornire un contributo economico finalizzato a sostenere le spese destinate alle cure veterinarie ed alimentari a favore della colonia”; 
2012:-
 Si conclude la campagna di sterilizzazione di tutti i gatti autoctoni della Colonia. Sono state sterilizzate totalmente a carico dei volontari dell’Associazione Amici di Su Pallosu- senza alcun contributo di comune e Asl come stabilito dalla legge- tutte le gatte (autoctone) della Colonia e pure buona parte delle gatte di proprietà altrui abbandonate illegalmente nei pressi di via Ziu Triagus 12.Oltre 20 nel corso degli ultimi due anni (così come da nostro esposto a Carabinieri e Comune su abbandoni animali in violazione dell’art.727 codice penale, del 28 ottobre 2011 );

 2012:
-il 18 gennaio il Sindaco di San Vero Milis chiede formalmente di sospendere l’installazione della segnaletica già approvata dal Consiglio Provinciale “in quanto potrebbero insistere problemi igienico-sanitari";
-il 27 febbraio l’Associazione Amici di Su Pallosu invia al sindaco e a tutte le autorità locali e nazionali una richiesta in forniture alimentari, antiparassitari e l’immediata installazione della segnaletica richiesta per inderogabili motivi di sicurezza;
-il 31 marzo 8 residente e dimoranti a Su Pallosu inviano alle autorità una lettera segnalazione pericolosità del tratto di strada di Su Pallosu;
.il 7 maggio una troupe del network internazionale Discovery Channel-Animal Planet arriva a Su Pallosu per realizzare un apposito documentario;
-il 16 maggio la Commissione  Turismo del Consiglio Provinciale di Oristano si reca in visita istituzionale alla Colonia Felina al Presidente viene consegnata copia della lettera del 27 febbraio ;
-il 18 luglio l’Associazione Amici di Su Pallosu reitera al comune attraverso la PEC posta elettronica certificata, la richiesta di riconoscimento della colonia felina (richiesta rimasta senza risposta);
-il 19 luglio la Newton Compton Editori pubblica il libro "I 101 tesori nascosti dell'isola, da vedere almeno una volta nella vita", autore Antonio Maccioni, fra i 101 tesori nascosti è inclusa la Colonia Felina di Su Pallosu;
-il 26 luglio il sindaco comunica alla Provincia che per Su Pallosu “sono in corso accertamenti per appurare eventualmente problematiche igienico-sanitarie”.
-il 2 agosto l'amministrazione comunale di San Vero Milis, delibera n.71  approva per motivi di sicurezza l'installazione dei rallentatori in tutta la marina (Putzu Idu, Mandriola, Sa Rocca Tunda);  incredibilmente è esclusa proprio Su Pallosu, nonostante le plurime richieste e petizioni già citate.
-il 3 settembre l’Assessore Provinciale ai Lavori Pubblici Bruno Pia rende note durante la seduta del consiglio provinciale le due già citate note del sindaco di San Vero Milis in risposta ad un’interrogazione del consigliere Mario Tendas.

Dopo i due incontri diretti del settembre 2010 e nonostante gli impegni assunti pubblicamente:
- il sindaco e l’amministrazione comunale non hanno mai risposto a tutte le lettere, raccomandate e mail in pec inviate dagli scriventi;
-il sindaco e l’amministrazione comunale hanno disatteso i loro stessi impegni, risultano ancora del tutto palesemente inadempienti rispetto a quanto prevedono le normative vigenti in materia .L'idea di trasferimento della colonia in altra borgata marina è ridicola, insensata e priva di fondamento.
Al momento nessuna comunicazione da comune o altri enti in merito a presunti problemi igienico sanitari, al ventilato trasferimento della Colonia Felina o qualsivoglia lamentela è stata da noi ricevuta o notificata.

 Questi sono i fatti.Siamo pronti, come sempre, ad incontrare il sindaco.
Andrea Atzori
Irina Albu
Associazione Culturale Amici di Su Pallosu


Nessun commento:

Posta un commento