martedì 17 settembre 2013

L'Associazione Amici di Su Pallosu ha depositato apposita istanza legale
RICORSO STRAORDINARIO AL CAPO DELLO STATO
PER ANNULLARE IL NEGATO RICONOSCIMENTO COMUNALE
colonie feline e gattari sono un patrimonio della comunità

Il Capo dello Stato Giorgio Napolitano, attraverso il Consiglio di Stato, è responsabile dei ricorsi contro gli atti della Pubblica Amministrazione.
Comunicato stampa

L'Associazione Culturale Amici di Su Pallosu- gestore della Coloonia felina di Su Pallosu, in Sardegna - ha proposto un ricorso straordinario al Capo dello Stato a questo link la definizione di "Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica"  per annullare la delibera del consiglio comunale di San Vero Milis con la quale era stata rigettata la richiesta di riconoscimento della Colonia Felina di Su Pallosu, dove i gatti scendono in spiaggia.

Sono 52 i gatti della secolare colonia isolana, da 7 anni schedati, vaccinati, sterilizzati, seguiti uno per uno con l'aiuto degli specialisti della Clinica Veterinaria Duemari di Oristano, ma l'amministrazione comunale in carica dopo un primo assenso al riconoscimento della stessa ha intrapreso una vera e proprio guerra contro i felini .La Colonia infatti non solo non è stata mai riconosciuta, ma l'amministrazione ha  cercato di trasferire i gatti (in sedi non precisate) e si è opposta alla messa in sicurezza dell'adiacente strada di Su Pallosu (dalle scorribande di pirati delle strada).

Il ricorso a firma dell'Avvocato Giuseppe Atzori del Foro di Oristano, si riferisce alla Delibera del Consiglio Comunale di San Vero Milis N. 11    del  21-03-2013.Puoi scaricare qui la delibera che chiediamo venga annullata.

"Il rispetto degli animali- ha dichiarato il legale dell'associazione- è indice  del livello di civiltà delle persone; la delibera impugnata contraddice la normativa in tema di lotta e prevenzione al randagismo; presenta dei tratti di illogicità e contraddittorietà."
Aziza, una delle star della Colonia felina di Su Pallosu in Sardegna

 "Lo scopo del ricorso, il primo di questo tipo, è palese- dichiara Andrea Atzori, Presidente dell'Associazione Amici di Su Pallosu- vogliamo creare un precedente valido per tutto il territorio nazionale, utile ad invogliare gattari ed animalisti a richiedere il riconoscimento di tutte le colonie feline esistenti in Italia. I comuni non hanno nulla di cui temere dal punto di vista economico. Il riconoscimento formale infatti implica solo l'apposizione di un cartello e il rilascio di un patentino ai gattari che curano i gatti. I diritti animali non sono un'optional e le amministrazioni locali devono adeguarsi a quelle che sono norme e sensibilità della nostra comunità. Come diceva non una persona qualunque, ma Gandhi, il grado di civiltà di un popolo si vede dal rispetto che questo ha nei confronti degli animali".Il ricorso presentato al Comune di San Vero Milis e comunicato alla Asl di Oristano, prenderà ora la strada del Consiglio di Stato che dovrà esprimere il parere al Capo dello Stato.

Su Pallosu 17 settembre 2013

Associazione Culturale Amici di Su Pallosu

mercoledì 11 settembre 2013

Nuovo gatto falciato sull'asfalto
OSCARE NUOVA VITTIMA DI PIRATI E ISTITUZIONI
nostra nuova lettera per la sicurezza della strada di Su Pallosu


Questo gatto nella foto sopra era Oscare e questa mattina 10 settembre 2013 è stato falciato da un pirata della strada che andava in centro urbano a Su Pallosu a oltre 100 km ora  da un "automobilista" che ovviamente non si è neppure fermato.
Come tutti i gatti della colonia di Su Pallosu era schedato, vaccinato e sterilizzato.
Irina l'ha sepolto.Per questo abbiamo inviato questa mattina l'ennesima nostra richiesta per la messa in sicurezza della strada di Su Pallosu.Eccola.

Al Presidente della Provincia
 All'Assessore Provinciale ai Lavori Pubblici
 Al Sindaco di San Vero Milis
 Al Prefetto di Oristano
 Al Questore di Oristano
 Alla Polizia Stradale di Oristano
 Al Comando Carabinieri di Oristano
 pc. Alle redazioni di tv, radio giornali e media tutti

Oggetto: URGENTE - messa in sicurezza strada centro urbano Su Pallosu
 La presente per segnalare nuovamente la presenza di pirati della strada che quotidianamente sfrecciano a oltre 100 km ora nella strada urbana in oggetto- in spregio alle vigenti norme del codice della strada- recentemente hanno falciato il cane di un residente a Su Pallosu e l'ennesimo gatto (Oscare) della nota Colonia Felina.
 Si ricorda che i felini sono animali protetti ai sensi della Legge nazionale n. 281 del 1991
 Le inviamo la presente per sollecitare nuovamente l’applicazione della Delibera Consiglio Provinciale di Oristano numero 26 del 23 giugno 2011, approvata all’unanimità da tutte le forze politiche e rimasta inspiegabilmente inattuata e per sollecitare quanto richiesto dagli abitanti e dimoranti a Su Pallosu nella lettera del 31 marzo 2012.
 A due anni dalla sua approvazione questa delibera è rimasta lettera morta e l'area in oggetto permane costantemente insicura a causa di vere e propri esibizioni di pirati (auto-e moto) che effettuano scorribande a velocità impressionanti in pieno centro abitato.
 In particolare si fa presente per salvare incolumità a residenti, turisti ( 2 sono i maneggi nella zona che prevedono appositi trekking e gare a cavallo), ciclisti (numerosi sono gli amanti delle due ruote che frequentano con regolarità il borgo) e animali (sono 50 i gatti della conosciuta colonia storica del borgo ) la necessità di realizzare urgentemente nella strada provinciale i seguenti 6 interventi :

- installazione dissuasori di velocità (analogamente a quanto già previsto per altre località della Marina dalla Delibera n.71 del 2 agosto 2012 del Consiglio Comunale di San Vero Milis );

-installazione di apposita segnaletica indicatoria, turistica e di pericolo anche attraverso l’apposizione di tre cartelli triangolari con disegno del gatto, così come realizzato da numerose amministrazioni locali e analogamente a quanto viene fatto in presenza di mucche e altri animali;

 all’apposizione del limite di velocità di 20 Km/h per il tratto di strada compreso tra l’Hotel Su Pallosu e Punta Tonnara;

-realizzazione di triplice attraversamento Pedonale, attraverso le strisce bianche, nella via Ziu Triagus di Su Pallosu, con scritta a caratteri cubitali sull'asfalto "RALLENTARE";

-installazione di un rilevatore di velocità (come recentemente installato all'ingresso del confinante comune di Riola);
 -cartello di segnalazione di strada senza uscita, fine strada.

Si sollecitano altresì nel contempo le forze dell'ordine ad attuare anche a Su Pallosu vigilanza e controlli (anche con autovelox) atti a scongiurare il ripetersi del segnalato fenomeno quotidiano di scorribande di pirati della strada che minacciano non solo gli animali, ma la stessa incolumità e sicurezza dei residenti.

In attesa di un vostro urgente cortese riscontro utile all’intera collettività porgiamo
 Distinti Saluti.

Su Pallosu 10 settembre 2013
Oscare, il gatto falciato ieri da un pirata della strada a Su Pallosu.