mercoledì 29 gennaio 2014

Colonia Felina, Tribunale archivia la denuncia contro il sindaco,
ma i gatti non vengono trasferiti
VIA AL RICORSO AMMINISTRATIVO PER ANNULLARE LA DELIBERA DI NON RICONOSCIMENTO
Nei giorni scorsi visita della Facoltà di Veterinaria, Università di Sassari

Colonia Felina di Su Pallosu, Sardegna, conosciuta nel mondo, ma non riconosciuta dall'amministrazione comunale.
 Alcuni media riportano oggi notizie destituite di fondamento in merito alla Colonia Felina di Su Pallosu e in generale al riconoscimento delle Colonie Feline previsto dalla Legge 281 del 14 Agosto 1991.
Precisiamo pertanto quanto segue.
La recente decisione del Tribunale di Oristano non entra e non poteva farlo, nel merito del riconoscimento o meno della Colonia Felina, ma solo sulla sussistenza di eventuali reati penali in capo all'amministrazione.
Nell'ottobre del 2013 avevamo querelato il sindaco di San Vero Milis per rifiuto in atti d'ufficio poiché per due anni non aveva risposto alle nostre missive.
I gatti di tutte le colonie feline anche quelle non riconosciute appartengono al patrimonio indisponibile dello stato e appartengono formalmente al Comune anche se questi non se ne occupa.
Nonostante il noto disinteresse dell'amministrazione nel settore dei diritti animali, la Colonia de facto di Su Pallosu si regge completamente e continuerà a farlo sull'autofinanziamento.
Abbiamo sventato l'illegale tentativo trasferimento della colonia centenaria da parte dell'amministrazione e i 53 gatti schedati, sterilizzati e vaccinati sono e saranno a Su Pallosu. A tale proposito alleghiamo la nota della Clinica Veterinaria di Oristano, non aggiornata, sull'attività svolta dalla nostra Associazione senza ovviamente alcun aiuto pubblico. I felini sono controllati 24 ore su 24 e anche in queste ore sottoposti a visite.

Ricordiamo inoltre che abbiamo presentato un ricorso amministrativo al Capo dello Stato per l'annullamento della delibera del consiglio comunale del marzo scorso con la quale si respingeva la nostra richiesta di riconoscimento della colonia felina. Il ricorso è attualmente all'esame dei Ministeri competenti e l'iter è aperto.
Sono migliaia le colonie feline riconosciute a Roma, 300 a Firenze, centinaia in Sardegna, decine nel comune di Oristano e 21 nel solo comune di Bosa.Il riconoscimento inoltre di una colonia non impegna in alcun modo l'amministrazione ad alcun sostegno economico, a differenza di quanto erroneamente riportato oggi da alcuni quotidiani.
Prendiamo atto che nel comune di San Vero Milis in presenza di almeno una decina di colonia feline de facto, oltre a Su Pallosu non ne abbia riconosciuta neppure una: S'Arena, Scoada, Putzu Idu, Mandriola, Sa Rocca Tunda e Is Arenas fra queste.
Agli atti del Consiglio Comunale risulta infatti che gli amministratori oltre a quella di Su Pallosu sono a conoscenza, così come tutti i cittadini della presenza di numerose colonie per un totale di almeno 300 gatti, ma in nessuno di questi casi ha provveduto a formalizzarne il riconoscimento.
I gatti di Su Pallosu presenti in loco da ormai un secolo, conosciuti in mezzo mondo e studiati anche dall'Università di Sassari, Facoltà di Veterinaria, costituiscono una colonia de facto anche se non riconosciuta dall'amministrazione comunale.
Il prof.Walter Pinna, Università di Sassari, Facoltà di Veterinaria a Su Pallosu con Paolo Briguglio e Monica Pais della Clinica Veterinaria Duemari di Oristano.

Una trentina di studenti universitari del Corso di Nutrizione e Alimentazione Animale diretti dal Professor Walter Pinna della Facoltà di Veterinaria dell'Università di Sassari, ha visitato giovedì' la storica colonia felina di Su Pallosu, che non ha mai avuto alcun aiuto da parte di enti o istituzioni pubbliche: ad accompagnarli Monica Pais e Paolo Briguglio,  della Clinica Veterinaria Duemari di Oristano.Si tratta della seconda visita in due anni.In evidenza nella corso dell'incontro la gestione alimentare e sanitaria dei 53 gatti di Su Pallosu, censiti, schedati, vaccinati e sterilizzati. Dal 2010 ad oggi presso la Clinica Duemari sono stati sterilizzati  oltre 50 felini facenti parte della suddetta Colonia, in maggioranza femmine In tal modo è stato attuato un totale controllo delle nascite. I gatti sono stati sottoposti a profilassi vaccinale contro le Virosi respiratorie feline, Panleucopenia e Leucemia felina;Sono state effettuate centinaia di visite cliniche ed esami collaterali che hanno sempre escluso la presenza tra i felini della Colonia di patologie trasmissibili all’uomo.

Su Pallosu 29 gennaio 2014
Associazione Amici di Su Pallosu

venerdì 17 gennaio 2014

Domenica 19 gennaio nuovo programma: "Cronache Animali"
SU RAI 2 I GATTI DI SU PALLOSU
appuntamento alle 10.30 sulla tv di stato

La giornalista di Rai 2, "Cronache Animali", Mary Segneri a Su Pallosu.

Nuovo vetrina nazionale per la colonia felina di  Su Pallosu.Dopo animal Planet Giappone, Geo & Geo di Rai 3, i tg mediaset di Studio Aperto e Tg5 e' ora la volta di un nuovo programma interamente dedicato agli animali che ha preparato un servizo sulla colonia felina sarda.La trouepe della Rai si e' recata appositamente in visita presso la colonia felina centenaria dove i gatti scendono in spiaggia.53 gatti schedati, vaccinati, sterilizzati visitati ogni anno da migliaia di amanti di gattari provenienti da tutta Europa.Su Pallosu, colonia felina gestita interamente senza alcun aiuto pubblico.

Appuntamento domenica 19 gennaio 2014, ore 10.30 su Rai 2.
Un momento della presenza della troupe di Rai 2 sulla spiaggia di Su Pallosu.La gattara Irina Albu con Chupa.

Ecco il comunicato stampa della Rai sul nuovo programma.
Le storie e le vicende di animali salvati, recuperati e amati dai loro padroni saranno al centro del nuovo programma di Rai2 “Cronache animali” in onda ogni sabato e domenica alle 10.30 a partire dal 18 gennaio. In ogni puntata Lisa Marzoli, giornalista, volto noto della tgr, e Livio Beshir, attore, già primo annunciatore uomo alla Rai, ospiteranno in studio esperti del settore, proprietari e appassionati di animali per commentare i servizi filmati e raccontare le loro esperienze. Il programma è ideato da Stefania Bove, per la regia di Stefano Lonardo. Molti gli argomenti e gli ospiti della prima puntata  onda sabato 18 gennaio, che si aprirà con il veterinario Stefano Argiolas alle prese con un difficile intervento su un gatto domestico per risolvere uno dei problemi più frequenti che capitano ai felini. Dalle “sale operatorie” si passerà, poi, ad un argomento più leggero: la  coreografa Lucia Imbergerova e il suo cane Deryl balleranno la “Dog Dance”. Spazio anche per parlare della “Pet Terapy”, un’efficace forma di terapia assistita con gli animali, appropriata soprattutto per i cani. Gli inviati di “Cronache Animali” saranno in Svizzera proprio per conoscere il San Bernardo, uno degli animali più utilizzati per questa attività. Infine, si cercherà di  insegnare ai telespettatori come prendere nel modo corretto i gatti e si mostrerà da vicino lo Yorkshire Terrier, una razza canina particolarmente adatta a vivere in città. Domenica 19 gennaio, sempre alle 10.30, sarà Folco Quilici, il più grande documentarista italiano, l’ospite speciale della seconda puntata. Durante la trasmissione spazio anche per i volontari dell’associazione “Save the dogs” in Romania, alle prese con il fenomeno dell’abbandono e del randagismo dei cani, mentre con l’educatrice cinofila Cinzia Magistri  si parlerà di quando e come far indossare la museruola ai cani. E ancora: si può allevare un coniglio in casa e quali sono le razze più adatte? Ne parlerà  Paolo Selleri, veterinario specializzato in animali esotici. In conclusione, l’inviata Mary Segneri sarà alle prese con la  grande colonia felina di “Su Pallosu” in Sardegna, mentre Andrea Lunerti si occuperà del salvataggio di una vipera. Durante le puntate, non mancheranno dalla postazione web del programma appelli e interventi che coinvolgeranno il pubblico con un dialogo diretto.