martedì 22 aprile 2014

Approdato sulla spiaggia dei gatti Sergi Rodríguez Basolí, ripartito oggi
IN KAYAK DA BARCELLONA A SU PALLOSU
incredibile tappa dell'avventura internazionale in difesa del Mar Mediterraneo
con MEDNET-OCEANA

 Lello, gatto di Su Pallosu alla partenza di Sergi Basoli
Era arrivato via mare sulla spiaggia di Su Pallosu venerdì sera ed è ripartito oggi alle 13.15.
Naviga in kayak da ben 9 mesi per un Mediterraneo pulito.Incredibile ed estenuante traversata solitaria e di altri tempi per uno spagnolo.Ogni giorno, condizioni meteo permettendo, percorre sotto costa tra le 15 e trenta miglia.Nelle pause della sua traversata gira a piedi sotto costa e fa amicizia con tutti quelli che incontra.
Il suo nome è Sergi Rodriguez Basoli.

  Sergi Rodríguez Basoli, 29 anni di Barcellona, è un ingegnere meccanico specializzato nel settore delle energie sostenibili.Il suo il sogno in via di  realizzazione  è proprio quello di  raggiungere le coste di 25 paesi che si affacciano sul Mediterraneo, a bordo del suo kayak, al fine di sensibilizzare le persone sulla necessità di evitare che il mare raggiunga uno stato più critico, e per contribuire con impegno e responsabilità alla protezione e conservazione delle regioni costiere e marine del Mar Mediterraneo. La distruzione dei nostri mari e degli oceani sembra verificarsi più velocemente rispetto ai progressi che si ottengono nella ricerca scientifica, quindi secondo Basoli aspettare che arrivino i risultati biologici dettagliati risulterà troppo tardi.
Sergi ha visitato con grande interesse la Colonia Felina di Su Pallosu dei 54 gatti, la Casa Museo Gianni Atzori, mostra permanente su storia, pesca ed arte del più piccolo borgo marino d'Italia.
Con Sergi Basoli in kayak viaggia da Alghero un piccolo cane, Nirvana che è stato accolto con stupore dai gatti marini di Su Pallosu abituati alla sola presenza dei cani guardiano della colonia House ed Ebby.
A Su Pallosu è stato accolto dai gattari Andrea Atzori e Irina Albu che gestiscono da volontari la colonia felina sanverese conosciuta ormai in mezzo mondo.

Il progetto Mednet sostenuto dalla Ong Oceana (organizzazione Onlus non governativa) che ha condiviso lo scopo della spedizione di Basoli, mira ad informare il Ministero dell’ambiente di tutti i paesi del Mediterraneo, attraverso le testimonianza diretta circa le condizioni di centinaia di chilometri della costa mediterranea visitate a bordo di un kayak, con la speranza di un recupero più efficace dei suoi ecosistemi e degli habitat naturali.
Basoli è ripartirà da Su Pallosu in direzione sud, Sa Mesa Longa, Putzu Idu dove continuerà nella sua impresa.
Il suo blog con splendide foto dal mare è  rumbo-mediterraneo blog

Lo potete trovare anche su Facebook Rumbo Mediterraneo

Nessun commento:

Posta un commento