venerdì 9 gennaio 2015

"Ecco l'elenco degli di atti e migliaia di pagine
della persecuzione del comune contro i felini"
LA VERITÀ' SUI GATTI DI SU PALLOSU
al Senato interrogazione di Pepe, Molinari e Bignami
per lo scioglimento del consiglio comunale di San Vero

La copertina del contestatissimo-anche in Senato- Piano di Gestione, aggiornamento, con il quale l'amministrazione comunale di San Vero Milis vorrebbe catturare e trasferire con 25 mila euro di fondi pubblici europei i gatti di Su Pallosu.
Richiesta di tre senatori al Ministro dell'Interno:
S.Vero Milis.Assemblea civica da un anno e mezzo senza opposizione, caos sul Lungomare di Putzu Idu e stradella aperta dall'amministrazione e sequestrata dal Tribunale : Piano di aggiornamento del SIC (sito interesse comunitario) piegato alla 'guerra amministrativa'  contro i felini di Su Pallosu: il comune non garantisce i servizi e ci sono gravi problemi di ordine pubblico”
L'Amministrazione comunale di San Vero Milis in Sardegna, provincia di Oristano, sembra essere troppo impegnata nel combattere i felini di Su Pallosu con centinaia di atti e migliaia di pagine, impossibilitata a garantire servizi comunali; caos sul Lungomare turistico di Putzu Idu, chiuso al traffico e una stradella sostitutiva sequestrata dal Tribunale per danni ambientali. Questi i motivi della clamorosa richiesta depositata in Senato.
Bartolomeo Pepe, primo firmatario dell'Interrogazione in Senato per lo scioglimento del Consiglio Comunale di San Vero

Tre sono i senatori firmatari dell'interrogazione (testo integrale sul sito Ufficiale del Senato) http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=826457
Bartolomeo Pepe, gruppo misto, componente Movimento X, Consulente tecnico I.S.D.E. (medici per l'ambiente), Membro della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati.
Nell'atto parlamentare sono elencate minuziosamente anche quelle che vengono definite le “ continue persecutorie iniziative, consistenti in centinaia di lettere/richieste/intimazioni, provvedimenti disciplinari interni, diffide, intimazioni e atti simili ad altri enti, per complessive migliaia di pagine allegati e fotografie”di quella che è considerata, una vera e propria “guerra” amministrativa per la cattura e trasferimento dei gatti della colonia felina di Su Pallosu, nella Marina di San Vero Milis, intrapresa in questi anni dal consiglio comunale da un anno e mezzo senza la presenza dell'opposizione. La clamorosa richiesta arriva dopo che -il Capo dello Stato, su, proposta del Consiglio di Stato e del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha accolto il ricorso dell'Associazione Culturale Amici di Su Pallosu, gestore dei gatti di Su Pallosu, con DPR del 10 dicembre 2014, annullando la delibera del Consiglio Comunale di San Vero Milis del 21.03.2013 "Per eccesso di potere, erronea valutazione dei fatti, illogicità della motivazione, carenza sotto il profilo d'istruttoria e di motivazione";
Sotto accusa è ora ora invece anche il Piano di Gestione (aggiornamento) del Sic, Sito Interesse Comunitario, Sa Salina Manna e Sa Marigosa che sarebbe viziato da gravi irregolarità e dall'aggiramento della Direttiva Europeo sulla Valutazione Ambientale strategica, che è stata esentata nell'iter di approvazione del Piano, dalla Regione, in seguito ad un rapporto preliminare inviato dal comune che differisce in maniera sostanziale dal Piano di Aggiornamento. Un'azione (IA09 di pag.182) del piano adottato dal Consiglio Comunale, prevede nello specifico la cattura e trasferimento dei 60 gatti di Su Pallosu -gli unici nell'area gestiti controllato dall'Associazione Amici di Su Pallosu con la collaborazione della Clinica Veterinaria Duemari di Oristano e dell'Università di Sassari- attraverso un finanziamento pubblico europeo di 25 mila euro. Nessun cenno invece, nel contestato piano, redatto dalla sas Ivram di Alghero, delle altre 8 colonie di fatto esistenti nella marina di San Vero e neppure di tutte le altre specie predatorie come volpi, gabbiani, cornacchie e ratti.
Nella lungo e motivato atto ispettivo si ricorda che il consiglio comunale di San Vero opera da un anno e mezzo con la sola presenza della maggioranza, dopo le dimissione dell'intera opposizione e il mancato subentro dei primi dei non eletti avvenuto per protesta nei confronti dell'amministrazione.
Oltre alla richiesta al Ministro dell'Interno, per “avviare la procedura per lo scioglimento immediato del Consiglio comunale di San Vero Milis “, l'interrogazione chiede anche “di sospendere immediatamente l'iter di approvazione dell'aggiornamento del il piano di gestione - adeguamento 2014 - sito Natura 2000 SIC ITB030038 - stagni di Putzu Idu - salina Manna e Pauli Marigosa”. 
Pubblichiamo un'estratto dell'interrogazione parlamentare citata dove vengono elencati i principali atti dell'amministrazione comunale di San Vero Milis contro i gatti di Su Pallosu:
..."l'amministrazione comunale di San Vero Milis, con il conforto della sola maggioranza del Consiglio comunale, ha intrapreso dal 2011 ad oggi una vera e propria ingiustificata "guerra amministrativa" contro i gatti di Su Pallosu con le seguenti continue persecutorie iniziative consistenti in centinaia di lettere, richieste o intimazioni, provvedimenti disciplinari interni, diffide, intimazioni e atti simili ad altri enti, per complessive migliaia di pagine e fotografie di seguito qui in sintesi parzialmente elencate;
27 luglio 2011: missiva del sindaco di San Vero Milis Flavia Adelia Murru agli agenti di Polizia municipale con oggetto richiesta di accertamenti congiunti in ordine a eventuali questioni igienico-sanitarie e di regolarità della gestione in località Su Pallosu (nota come colonia felina);
14 settembre 2011: avvio procedimento disciplinare dell'amministrazione comunale nei confronti degli agenti di Polizia municipale ritenuti inadempienti per non avere ottemperato in senso punitivo alla richiesta del 27 luglio 2011;
21 settembre 2011: audizione della commissione disciplinare del Comune dell'agente municipale di cui alle contestazioni d'addebito del 14 settembre 2011;
29 settembre 2011: audizione del sindaco in merito al procedimento disciplinare;
7 novembre 2011: verbale di determinazione delle sanzioni disciplinari delle contestazioni d'addebito del 14 settembre 2011;
8 novembre 2011: provvedimento di applicazione di sanzione disciplinare ("rimprovero scritto") a carico di un agente municipale di cui alla stessa contestazione;
18 gennaio 2012: lettera alla Provincia di Oristano del sindaco di San Vero Milis, Flavia Adelia Murru. Il testo reso viene noto pubblicamente durante il Consiglio provinciale del 3 settembre 2012 dall'assessore Gianni Pia, in risposta ad un'interrogazione del consigliere Tendas sulla mancata applicazione della delibera del Consiglio in merito. Nella lettera il primo cittadino scrive testualmente: «In riferimento all'oggetto, considerato il notevole interessamento dei mezzi di comunicazione per la cosiddetta colonia felina di Su Pallosu, nella quale sono presenti circa trenta gatti, presumibilmente di proprietà del signor (…) Al fine di poter meglio chiarire e approfondire lo stato di utilizzo di quel tratto di litorale, sito nel Comune di San Vero Milis, chiedo alla Signoria Vostra un intervento sospensivo di ogni eventuale iniziativa connessa al posizionamento di indicazioni, cartelli stradali e quant'altro, in quanto potrebbero insistere nella zona indicati probabilmente igienico sanitari, nonché eventuali usi del territorio in contrasto con la norma vigente. Per opportuna conoscenza, la informo che è in corso di definizione il progetto del PUL, Piano Urbanistico dei Litorali, nel quale saranno, nel rispetto del territorio, evidenziate tutte le criticità da superare per il conseguimento di una corretta fruizione del territorio in argomento»;
27 luglio 2012: lettera alla Provincia di Oristano del sindaco di San Vero Milis, Flavia Adelia Murru, resa nota in Consiglio provinciale nella seduta consiliare del 3 settembre 2012, in cui si legge: «In riferimento all'oggetto, si comunica che sono in corso accertamenti per appurare eventualmente problematiche igienico sanitarie, che potrebbero insistere nelle aree interessate della cosiddetta colonia felina. Sembra, comunque, rilevante il fatto che questa Amministrazione si stia dotando di spazi appositi per ospitare animali anche in prossimità delle borgate marine, per cui, con buona probabilità, anche i gatti presenti nella borgata marina di Su Pallosu, se non di proprietà, potranno con le dovute precauzioni trovare ospitalità dell'area già individuata nell'adottando piano urbanistico dei litorali»;
12 settembre 2012: dichiarazione del sindaco di San Vero Milis a "Radio Cuore Oristano" «Ci stiamo occupando di verificare un po' tutta la situazione e anche altri aspetti legati alla sicurezza dei bagnanti»;
4 ottobre 2012: il Consiglio comunale di San Vero Milis con deliberazione n. 37 respinge una mozione della minoranza per il riconoscimento della colonia felina di Su Pallosu;
16 novembre 2012: relazione di servizio della Polizia locale di sopralluogo alla colonia felina di Su Pallosu con documentazione fotografica;
27 novembre 2012: missiva del sindaco di San Vero Milis Flavia Adelia Murru al Corpo forestale di vigilanza ambientale per richiesta collaborazione verifica presenza di colonia felina in località Su Pallosu;
12 dicembre 2012: missiva del Sindaco di San Vero Milis all'associazione Su Pallosu dove comunicava per la prima volta che "sono in corso gli accertamenti previsti dalla normativa di competenza del procedimento" in merito all'istanza di riconoscimento della colonia felina;
5 dicembre 2012: missiva del sindaco di San Vero Milis Flavia Adelia Murru all'Assessorato regionale per la difesa dell'ambiente per il riconoscimento della colonia felina;
15 gennaio 2013: missiva del sindaco alla stazione dei Carabinieri per richiesta di collaborazione per la verifica della presenza di felini;
23 gennaio 2013: seconda missiva del sindaco all'Assessorato regionale per il riconoscimento della colonia felina;
21 marzo 2013: delibera approvata dal Consiglio comunale di San Vero Milis di non accoglimento della richiesta di riconoscimento della colonia felina Su Pallosu). Atto annullato dal Capo dello Stato, su proposta del Consiglio di Stato e del Ministro della salute, che ha accolto il ricorso amministrativo dell'Associazione Culturale Amici di Su Pallosu, gestore dei gatti di Su Pallosu (Sardegna), colonia felina secolare, "luogo del cuore della Sardegna" al censimento del FAI 2014, con decreto del Presidente della Repubblica del 10 dicembre 2014, annullando la delibera del Consiglio comunale di San Vero Milis del 21 marzo 2013, "Per eccesso di potere, erronea valutazione dei fatti, illogicità della motivazione, carenza sotto il profilo d'istruttoria e di motivazione";
constatato che:
tutta la voluminosa, ingiustificata attività amministrativa sin qui indebitamente intrapresa ai danni dei gatti e "gattari" di Su Pallosu è stata palesemente sconfessata in tutte le sedi da enti e istituzioni coinvolti, l'amministrazione ha pensato bene di utilizzare quale nuovo strumento con contenuti contra legem al suo scopo di perseverare nella sua persecutoria a il piano di gestione - adeguamento 2014 - sito Natura 2000 SIC ITB030038 - stagni di Putzu Idu - salina Manna e Pauli Marigosa - PSR 2007-2013 - Mis. 323, azione 1, sottoazione 1 (pubblicato dal 4 dicembre 2014 sul sito istituzionale del Comune e attualmente in fase di approvazione);
-fine citazione estratto dall'interrogazione in Senato:
 Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-03224
L'intera interrogazione può essere letta qui Da sito Senato: interrogazione Pepe, Molinari, Bignami.
Loredana De Petris, anche lei prima firmataria di un'interrogazione al Senato contro la cattura dei gatti di Su Pallosu

Sempre al Senato un'altra interrogazione è stata presentata da Loredana De Petris e Luciano Uras e può essere letta qua  Dal sito Senato: interrogazione De Petris, Uras



Nessun commento:

Posta un commento